La sua pittura non ha brusche risoluzioni chiaroscurali ma si concentra tutta nella fissità luminosa del tono e in certi prediletti schemi figurativi

(Giorgio Casini, 1939)

 

Pizzanelli Ferruccio, animatore della Mostra è non solo un entusiasta organizzatore ma un cultore sensibilissimo dell’arte che professa. Rinnovato si presenta anche oggi con nuove opere. Ha due ritratti femminili (la “Pisana” e l’altro) che rivelano una spiccata signorilità di intenti e di realizzazione. Pizzanelli tra l’altro ama i colori lievi, l’evanescenza di certa tonalità grigiorosa è da lui sentita con sapiente concretezza pittorica. La sua pittura, come sempre, non ha brusche risoluzioni chiaroscurali ma si concentra tutta nella fissità luminosa del tono e in certi prediletti schemi figurativi, quando con un gotico fluire della linea, quando con lo sfumato ovaleggiare delle forme. Egli tende così a idealizzare la forma in un contenuto pittorico e umano al tempo stesso, che potremmo riferire nel gusto di certi primitivi senesi, se fosse nostro costume far capo a ricorsi storici.
Giorgio Casini
“La IX Mostra Pisana d’Arte”. L’idea fascista, Pisa 23 gennaio 1939

 

 

1936 Sulla spiaggia, olio su tavola, cm 35x27 1936 - 40  Vicoli 1936 - 40 Paesaggio, olio su tela cm 65x80 1936 - 40  Monti Pisani 1936 - 40  Gia,rdino  olio su tavoletta  cm 46,2x34,2  sul retro ancora firma e titolo 1936 Colius e frutti  (Esposto alla VII Rassegna Provinciale) 1936 - 40 Primavera "frutti in fiore" (bozzetto)  olio su cartone  cm 33,3x23,5  intitolato e firmato sul retro 1936 - 40  Uccelli sulla spiaggia 1936 Natura morta con pesci  (esposto alla VII Rassegna Provinciale) anni 30 Paesaggio con alberi (olio su cartone cm 32x40,5) 1936 Case di Montemagno  (esposto alla VII Rassegna Provinciale) 1937 Il Ponte della Figuretta (sulla via di S.Giuliano), olio si tela cm 49x70 1937 S.Rossore sull'Arno  (esposto alla VIII Rassegna Provinciale - la foto reca la dicitura "Acquistato da S.M. il Re") 1937 Ponte a Mare, ricostruzione  (esposto alla VIII Rassegna Provinciale) 1937 Giornata di Libeccio (olio su cartone cm 35x46. esposto alla VIII Rassegna Provinciale. Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa) 1937 Natura morta con pesci  (esposto alla  VIII Rassegna Provinciale) 1937 Fiori  (esposto alla VIII Rassegna Provinciale) 1937 Marina di Pisa (esposto alla  VIII Rassegna Provinciale) 1938 Ritratto di Giovane donna 1938 Giardino Scotto (olio su tela cm 60x80. Esposto alla IX Rassegna Provinciale.  Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa) 1938 Estate al Giardino Scotto o Giardino Scotto (esposto alla  IX Rassegna Provinciale - la foto reca la dicitura: "Proprietà Municipio di Pisa") 1938  Uccelli sul mare (Pulcinella e nitticara maschio. Esposto alla IX Rassegna Provinciale.  La foto reca la dicitura: "Proprietà S.M. il Re" 1939  Magazzino (olio su cartone cm 60x75) 1936 - 40  Allegoria di Pisa (acquerello su carta  cm 25x23) 1936 - 40  Contadina 1941 Vaso con fiori 1940 - 45  Monti pisani (olio su tavoletta cm 17x24  Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa) anni 40  Casolari a Vidiciatico  olio su cartone  cm 31x40  firmato e intitolato sul retro 1943 Ricordo dei bei giorni di attesa. Belvedere di Agnano (olio su tavoletta cm 22x31 Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa) 1945  Le rovine del Ponte Solferino (olio su cartone cm 30x40) 1945 Le rovine del Ponte di Mezzo  (olio su cartone cm 30x40) 1938 Pisa. Sede Amministrazione Provinciale. Affresco con la partenza dei Pisani per la prima Crociata (distrutto)